Invito a conferenza pubblica

Gentilissimi, 

con la presente desideriamo rinnovare a voi l'invito all'evento di sabato 27 ottobre p.v., alle ore 11, dove verranno illustrati pubblicamente gli esiti delle indagini scientifiche condotte sulle presunte spoglie di Malatesta Novello. Di seguito  una breve sinossi dell'evento.

Sabato 27 ottobre 2018

Aula Magna, ore 11.00

Interviene Francesco Maria Galassi

Nelle giornate dall’8 all’11 febbraio 2018 sono state effettuate indagini non invasive, condotte dalla ditta Ahrcos sulla parete di fondo della Malatestiana nella zona adiacente alla lapide, per consentire una ricognizione archeologica, antropologica e paleo-patologica sui presunti resti di Malatesta Novello. Dopo le operazioni – eseguite alla presenza dell’architetto Emilio Roberto Agostinelli, responsabile Patrimonio Architettonico della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Ravenna, e della dott.ssa Cinzia Cavallari, funzionaria archeologa della Soprintendenza responsabile del territorio di Cesena – si è proceduto all’apertura dell’urna rinvenuta dietro alla lapide. L’urna conteneva una serie di ossa, due rotoli di pergamena chiusi in due cilindri di piombo, e due suole in cuoio appartenenti a un paio di calzature. La ricognizione antropologica e paleo-patologica
è stata compiuta da un team della Flinders University (Australia) guidata dal paleopatologo Francesco Maria Galassi. Durante l’incontro saranno dunque resi noti i risultati delle indagini condotte sui campioni delle ossa tramite C14 volte a stabilire il secolo di appartenenza delle stesse.
Francesco Maria Galassi (MD), Adjunct Senior Research Associate presso la Flinders University (Australia), Visiting Academic presso l’Università di Firenze, medico e paleopatologo, si occupa della storia delle malattie nel passato e della loro evoluzione. Tra le sue scoperte principali il primo caso di ictus documentato in paleopatologia in una mummia naturale della metà del ‘700 e il caso più antico di gigantismo nella storia. E’ noto anche per il suo studio di cold cases del passato,tra cui spicca il riesame della malattia di Giulio Cesare con cui ha smentito la tesi epilettica ed è regolarmente invitato a tenere conferenze e seminari nei più prestigiosi atenei del mondo. Nel 2017 la rivista americana Forbes lo ha incluso nella lista dei 30 scienziati under 30 più influenti in Europa.
E’ autore di libri divulgativi tra cui “Un Mondo senza vaccini? La vera storia” (C1V Edizioni), collabora con Lettura-Corriere della Sera e ha partecipato a trasmissioni televisive di grande successo quali Superquark.

L'evento si colloca nell'ambito della rassegna: Malatesta 600

Malatesta 600 è il contenitore tematico che la Biblioteca Malatestiana ha promosso in occasione delle celebrazioni per il 600° anniversario della nascita di Malatesta Novello (1418-2018) per ospitare le diverse iniziative che sono state organizzate per rilanciare lo studio e la ricerca sulla figura di Malatesta Novello e più in generale sul periodo malatestiano. Convegni, conferenze, presentazioni e mostre approfondiranno aspetti diversi in una prospettiva il più possibile unitaria, spaziando dalla presenza ebraica a Cesena alla miniatura dei codici malatestiani, dalle architetture segrete della Libraria Domini all’esito delle indagini scientifiche condotte sui resti mortali di Malatesta Novello.

Cordialmente,

Dott. ssa Valentina Vindusca

Segreteria Assessore

Assessorato alla Cultura e Promozione

Istruttore Direttivo Culturale

Biblioteca Malatestiana, Cultura e Turismo

tel. 0547 610892   

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Non hai i diritti per pubblicare commenti